Strigoli V14

New product

Silene inflata sin. silene vulgaris 

9 Articoli

3,00 €tasse incl.

Gli strigoli sono un’erba commestibile conosciuta fin dai tempi antichissimi per il buon sapore e le interessanti proprietà nutritive e medicinali. 

Gli strigoli (o lo strigolo) sono noti anche con altri nomi popolari come stridoli, sonaglini, cavoli delle comare, schioppettini…

Parliamo di una pianta spontanea e commestibile che cresce, in lungo e in largo, su tutto lo Stivale. Il suo nome botanico è Silene vulgaris, il nome strigoli o stridoli deriva dal fatto che quando vengono stretti tra le dita, i fusti di questa pianta, emettono un particolare stridio, rumore prodotto dall’attrito dello sfregamento delle parti vegetali della pianta.

Botanicamente, la silene vulgaris è un’erba appartenente alla famiglia delle Cariofillacee, si tratta di un’erba perenne, inoltre il fiore è particolarmente bello, ideale per integrare la vostra aiuola di aromatiche.

Questa erba commestibile è molto ricercata in gastronomia sia per la decorazione delle portate sia per la preparazione di un caratteristico sugo e di molti altri piatti. In cucina, gli strigoli sono noti con il nome di grisol, carletti, strisci, scrissioi, cuiet in Piemonte e nell’Appennino Umbro Marchigiano sono identificati come concigli.

E’ considerata tra le migliori erbe commestibili, ma solo prima della fioritura (è per questo che va raccolta entro la primavera). Le foglie si mangiano sia crude, sia cotte proprio come fareste con gli spinaci. Possono essere utilizzate in risotti, minestre, ripieni di ravioli e cannelloni o in frittate. Hanno un sapore dolce e delicato tanto che potete usarla in qualsiasi ricetta in sostituzione degli spinaci o delle verdure dal sapore più dolce.

Chiamaci 

3475645309

Newsletter

Tellus aodio consequat seo.